Regolamento Sportivo FAI

Regolamento Sportivo FAI
Gara internazionale di Volo Vincolato Circolare Acrobatico

Brevi cenni sulle categorie FAI

Le compèetizioni aeromodellistiche sono disciplinate dal “Regolamento Sportivo FAI” (di seguito scaricabile dalla pagina dedicata dell’AECI.)

Le competizioni aeromodellitiche sono nate prima della seconda guerra mondiale. Confronti tra Germania ed inghilterra. Ma il vero debutto della categoria acrobatica c’è stato nel 1955. Nel 1960 il primo campionato del mondo.

Si stima ci siano più di un milione di appassionati in tutto il mondo. Esistono moltissime categorie di aeromodellistiche, che si tratti di aeroplani (motori elastico, motori a pistoni, motori a reazione, motori elettrici e persino a energia solare), idrovolanti, alianti, elicotteri e modelli spaziali.

Sono presenti i Regolamenti Tecnici Nazionali dell’AeCI (Aero Club D’Italia) per le Gare di Aeromodellismo nelle varie Categorie per l’anno 2016.

L’attività agonistica è molto sviluppata a livello nazionale ed internazionale. Sono molto numerose le categorie di riferimento che vanno dall’acrobazia al volo vincolato circolare.

Il volo libero o la velocità, il veleggiato oppure l’eimodellismo, lacrobatico o il volo vincolato circolare. Sono moltissime le categorie distinte nel regolamento atte a definire le diverse specialità.

Di seguito riassumiamo in maniera sitentica tutte le sezioni del Regolamento Sportivo FAI. I regolamenti sono scaricabili sul sito (in inglese) FAI Aeromodelling Commission (CIAM).

Regolamento Sportivo FAI di Aeromodellismo

Campionato Italiano Volo Libero da pianura F1

  • F1A Modelli veleggiatori
  • F1B Modelli ad elastico
  • F1C/F1P Modelli a propulsione con motore a combustione interna
  • F1H Modelli veleggiatori
  • F1G Modelli ad elastico
  • F1Q Modelli a propulsione elettrica
  • F1S Modelli a propulsione elettrica

Campionato Italiano Volo Libero meccanismo temporizzato F1E

Alianti con direzionale automatico temporizzato. Il dispositivo di guida non deve usare alcuna misura delle indicazioni geografiche di posizione e non deve essere controllato in remoto durante il volo. F1E

  • F1E

Campionato di Volo Vincolato Circolare F2

Campionato di Volo Vincolato Circolare, aeromodelli che vengono comandati con cavi in acciaio o nylon manualmente.

  • F2A Velocità
  • F2B Acrobazia
  • F2C Team Racing
  • F2D Combat

Acrobazia Radicomandata F3A

  • F3AAcrobazia Radicomandata (Radio Control Aerobatics). Il controllo dell’Aeromodello da parte del pilota dovrà essere sostanzialmente manuale con possibilità di accedere a funzioni di miscelazione di controllo di più parti mobili attraverso l’azionamento manuale di interruttori.
    • F3A – max 5.00 kg di apertura e lunghezza 2.00×2.00m.
  • F3B
  • F3C-NElicotteri Radiocomandati. La superficie sviluppata dal rotore portante non può superare i 250 dm2 . Il rotore di coda deve essere trainato dal motore principale e non essere trascinato da un motore separato. Il peso non superiore a 6,5 kg compreso carburante o batterie.
    • F3C-N – Rotore max 250 dm2, max 6,5 kg peso.

Volo Radiocomandato da Velocità F3D

F3DVolo Radiocomandato da Velocità. (Radio Control Pylon Racing). Tutti gli attuali motori da corsa pylon sono utilizzati con scarico accordato, opportunamente silenziato. Si svolgono effettuando 10 giri attorno ad un circuito di 400 metri delimitato da tre piloni, ogni modello è gestito in gara da un pilota ed un meccanico (caller) indispensabile per assistere il pilota nella fase di partenza e durante il volo.

  • F3D – Quickie 500 o Midget 40
  • F3D – Pylon Racing Apertura 1.650, 2.200g e 6,6cc
  • F3JVeleggiatori RC da durata.
    • F3J
  • F3KVeleggiatori RC da lancio a mano. Gara a prova multiple dove i veleggiatori rc devono essere lanciati a mano e compiere prove specifiche. Ogni concorrente ha diritto ad un aiutante che non può essere fisicamente coinvolto nel volo. Vietato l’uso di giroscopi e variometri a bordo.
    • F3K – Apertura 1500mm Peso max 600g, raggio del naso minimo 5mm.
  • F3PMotorizzazione elettrica o altra tipologia di motorizzazione che non produca alcuna emissione di gas di scarico. Il Sistema di motorizzazione a passo variabile è ammesso esclusivamente per la categoria F3P-AFM. Dimensione massima 2.000×2.000mm. Il peso non dovrà superare gr. 300 in ordine di volo.
    • F3P FAI
    • F3P AFM (Aeromusical)
    • F3P Advanced, (AA) con programma di volo semplificato, con lo scopo di promuovere la categoria
  • F3S – Aeromodelli con motorizzazione turbina, ventola intubata accoppiata a motore elettrico o a motore a scoppio a pistoni. Dimensioni e peso dell’Aeromodello dove non sussistono particolari limitazioni in tal senso se non quella del peso massimo, in ordine di volo al decollo, che non dovrà superare 25 Kg.
    • F3S – Emissioni Acustiche < 94 DB, Il comando dell’Aeromodello da parte del pilota dovrà essere sostanzialmente manuale con possibilità di accedere a funzioni di miscelazione di controllo di più parti mobili attraverso l’azionamento manuale di interruttori.
  • F3UCompetizioni RC Multi Rotore FPV. Guida del drone attraverso l’uso di una telecamera installata a bordo. Le immagini riprese dalla telecamera, trasmesse al pilota con un collegamento wireless su uno schermo o su appositi occhiali, consentono al pilota di pilotare il drone.
    • F3U – Caratteristiche generali per i modelli F3U (Multi Rotore FPV Racer) Dispositivi ad elica con almeno tre motori. Qualsiasi sistema automatico per livellare il modello dopo un impatto è proibito. Il peso totale del modello (batterie incluse) non deve superare 1 kg. La distanza tra gli assi dei motori deve essere inferiore a 330 mm. Diametro massimo eliche 6 pollici (15,2 cm), 5 pollici con elica tripala nelle competizioni nazionali.

Categoria riferita a modelli riproduzione F4

La categoria F4 è riferita a modelli riproduzione. Il regolamento prevede che determinate manovre devono essere effettuate controvento (ad esempio il decollo, il tocca e va, l’atterraggio, etc). Effettuazione del giudizio statico.

  • F4C
  • F4G
  • F4H
  • F4J

Glider Electric Flight F5

  • F5B – Electric Motor Gliders Multi task
  • F5D
  • F5F
  • F5J – Electric Motor Glider Thermal Duration

Regolamenti in formato PDF scaricabili dalsito AeCI

Regolamento Sportivo FAI

Altri Riferimenti Normativi

Requisiti per partecipare alle competizioni

Le competizioni sono aperte a tutti i piloti in possesso di Licenza Sportiva FAI e polizza assicurativa RC (per danni a terzi) con validità relativa all’anno in corso.

Home